Mission

Intendiamo lavorare affinché ogni progetto sia in grado di offrire una possibile risposta all'esigenza del superamento del sistema delle differenze funzionali, tanto più se pre-ordinate, per approdare ad un'architettura che sappia offrirsi quale occasione di riqualificazione, anche dal punto di vista relazionale, ovvero dal punto di vista di un "transito" "occasionato" dal supporto che si manifesta dinamicamente come apertura originaria. Sorgere di un nuovo materialismo che dissolve l'illusoria "stanza" del corpo mostrandone la costitutiva e incolmabile "distanza". Corpo che, come ogni corpo, è un "essere plurale e multiverso" in grado di trovare forse "espressioni future efficaci nella scrittura cibernetica". Condizione nella quale ognuno si trova ad essere occasione per gli altri volgendosi alla ricerca di un'origine e perciò di un destino "desiderante" rivolto alla condivisione del suo transitare.